Steve Jobs e la sua Fiat 850 Coupé con motore Abarth


Guru della Apple, visionario, ambiguo...di Steve Jobs, genio assoluto che ci ha lasciato qualche tempo fa, è stato detto e ridetto tutto, anche che era un grande appassionato di automobili: Jobs acquistava in prevalenza vetture Mercedes e, nella sua paranoia, era solito approfittare di un cavillo burocratico che gli permetteva di guidare una vettura a noleggio senza targa.In questo modo, pensava di mettere in difficoltà eventuali tentativi di inseguimento o di rintracciamento.

Quello che molti non sanno è che, prima del successo, dei soldi e della fama, all'eta di 16 anni, per il suo primo acquisto, contrariamente al volere del padre, Steve si affidò ad un' auto tutta italiana, e che auto! Si trattava di una mitica Fiat 850 sport coupe', rossa e con elaborazione Abarth!

Fiat nel mercato americano


Risolti i problemi causati dal secondo conflitto mondiale, dopo i grandi successi di vendita ottenuti con la vendita dei modelli 600 e 500, Fiat intraprese la strada dei veicoli "special": questa vettura, prodotta dal 1965 al 1971, fu derivata dalla Fiat 850 è stata presentata per la prima volta al salone dell' auto di Ginevra nel 1965. In meno di 3 anni, Fiat ne produsse circa 180.000 esemplari: particolarmente graditi al pubblico per il prezzo accessibile e le ottime prestazioni, con una velocità massima di 140 km/h.