COME PRESERVARE UNA BATTERIA AUTO NEL TEMPO


La batteria auto è un componente che spesso crea problemi a quasi tutti i guidatori, infatti a chi mai non è capitato di ritrovarsi a spingere la propria vettura in mezzo ad una strada per farla ripartire? Il problema è che nella maggior parte dei casi la batteria auto si scarica senza che ce ne si accorga, poiché generalmente non ci sono particolari segnali di scaricamento se non a fatto compiuto quando ormai è troppo tardi.
Cerchiamo quindi di capire quali sono i fattori che influiscono sulla durata di una batteria auto.
Innanzitutto definiamo qual’ è il suo ruolo, la batteria durante la fase di accensione ha la funzione di attivare il motorino d’ avviamento che è collegato al volano motore attraverso il pignone.
Una volta dato l’ avvio al motore poi la corrente viene fornita dall’ alternatore che con una cinghia è connesso all’ albero motore quindi, tanto più la macchina è in funzione (quindi se si percorrono lunghe distanze) tanto meno la batteria auto verrà consumata, preservandone la carica.
Al contrario, se si lascia la propria vettura troppo ferma si disperde gradualmente l’ energia conservata dalla batteria auto fino a consumarsi e pertanto rendendola inutilizzabile.
Un altro aspetto al quale prestare molta attenzione durante la fase di acquisto di una batteria è quello della data di fabbricazione che non deve essere troppo distante dalla data d’ acquisto proprio per il motivo appena spiegato, la dispersione della carica, è importante inoltre per la durata che sia una batteria di qualità come ad esempio quelle prodotte da VARTA.
In commercio si possono trovare due differenti categorie di batterie auto: una completamente sigillata ed una che invece si può aprire per riempirla con acido o acqua distillata nel caso uno dei due componenti scarseggi.


MANUTENZIONE DELLA BATTERIA AUTO


Vediamo ora qualche utile suggerimento per la manutenzione della batteria auto che aiuteranno a mantenere in maniera ottimale la carica.
Iniziamo intanto con indicare la durata media di una batteria: se tratta con le dovute cure può durare dai 3 ai 5 anni, bisogna pertanto evitare di farla scaricare del tutto durante questo periodo.
Nel caso si scarichi bisogna evitare di ricaricarla troppo velocemente o di sovracaricarla, e se si lascia l’ auto ferma per troppo tempo è opportuno collegarla ad un caricabatterie di mantenimento o perlomeno cercare di avviare il motore ogni tanto (allo stesso modo evitare di continuare ad accenderla e spegnerla troppo frequentemente in perché ad ogni accensione viene utilizzata la carica della batteria auto).
Bisogna anche controllare periodicamente che il livello della soluzione all’ interno sia visibile sopra gli elementi del piombo e come accennato prima, in caso il livello scendesse è utile rabboccare le vasche con acqua distillata.
Infine sottolineiamo due errori che in molti commettono ovvero lasciare i fari o la radio dell’ auto accesi quando il motore è spento e durante il ricaricamento prestare attenzione a non invertire il polo positivo con quello negativo.


BATTERIA AUTO QUANDO SI CAMBIA?


Prima di determinare se una batteria auto è da sostituire o meno ci sono una serie di controlli che è opportuno compiere:
Controllare innanzitutto se la spia del cruscotto relativa alla batteria è correttamente funzionante, così da poter segnalare eventuali anomalie (nel caso non si illuminasse all’ accensione dell’ auto è necessario sostituirne la lampadina);
Poi si passa al check del funzionamento dell’ alternatore, che si può controllare aprendo il cofano della vettura e togliendo il pannello di plastica che copre la batteria. Una volta fatto ciò si deve allentare il bullone che blocca il morsetto e si avvia il motore curandosi di aver i fanali spenti per non sovraccaricare l’ impianto. A questo punto si stacca indifferentemente uno dei due morsetti della batteria auto, se il motore rimane acceso allora l’ alternatore funziona correttamente e la batteria ha carica, altrimenti se l’ auto si spegne dopo pochi attimi significa che la batteria necessita di essere ricaricata o sostituita;
Infine nella gran parte delle batterie più recenti in commercio è presente un “occhio magico”, ovvero uno spioncino che se controllato mostra tre colori:
Verde se la carica della batteria auto è piena e funzionante
Bianco se la batteria auto deve essere sostituita
Nero se la carica è al 50% ed è quindi necessario ricaricare

Và sottolineato che una volta rimossa una batteria auto scarica è opportuno farla stoccare presso un’officina, è severamente vietato abbandonarla per strada in quanto oggetto molto inquinante e pericoloso.



COME LEGGERE IL TESTER DIGITALE


Il miglior strumento per verificare l’ effettiva carica della batteria auto e il multimetro digitale (o Tester Digitale) che serve a rilevare le correnti elettriche e nel caso specifico della batteria la tensione del voltaggio.
Di seguito riportiamo una tabella che riporta la percentuale di carica in base al voltaggio rilevato.
VOLTAGGIO
CARICA BATTERIA AUTO

12.80 V
100%

12.70 V
95%

12.60 V
90%

12.50 V
80%

12.40 V
65% (da ricaricare)

12.30 V
45% (potrebbe non accendersi l’ auto)

12.20 V
40% (potrebbe esserci solfitazione)